Poesia sospesa tra cielo e mare

Portofino e Cinque Terre

25 ‑ 26 maggio

Le case hanno facciate color giallo, arancio, rosa, ocra, bianco, porpora. Una festa di colori nella più antica tradizione ligure, una tavolozza da far invidia al più celebre pittore: l’artista qui però è il mare, che con il salino cambia le tinte in magiche sfumature. Sono là, alte e strette, arrampicate sugli scogli, appoggiate l’una all’altra per reggersi meglio. Sembrano pericolanti e invece sfidano da secoli la furia del vento e delle tempeste. Per le viuzze tortuose, tanti archetti pensili, volte, scale e scalette, architravi di pietra da dove appare improvviso il lampo azzurro del mare. Al mondo non esiste un luogo come questo, capolavoro dell’uomo e della natura: un grandioso complesso paesaggistico, e anche monumentale, fatto di muri a secco ed edificato con incalcolabile fatica nel corso di una storia quasi millenaria.

gulliverone-scarica-programma

PROGRAMMA

sabato 25 maggio - Arrivo a Rapallo ed imbarco per San Fruttuoso. Il più famoso dei monumenti del FAI ha una storia lunga e tormentata: quello che nei secoli monaci e pirati, nobili e pescatori hanno costruito, distrutto, cambiato, è tornato a essere un “luogo della bellezza”. Al termine della visita dell’Abbazia proseguimento per Portofino e tempo libero per il pranzo. Talmente incantevole da colpire al cuore anche un ufficiale tedesco che, incaricato di far saltare in aria l’abitato per non lasciare i suoi depositi di munizioni in mano alleata, rifiutò di eseguire l’ordine accogliendo la supplica di un’anziana nobildonna. La veduta del borgo, con le sue case alte e strette dalle facciate in toni pastello raccolte intorno al porticciolo, è una delle più famose al mondo, fulcro della mondanità per antonomasia. Nel tardo pomeriggio trasferimento a Rapallo, sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

domenica 26 maggio - Dopo la prima colazione trasferimento a La Spezia ed imbarco per le Cinque Terre. Per la sua singolare alchimia di bellezze naturali, storia e tradizioni, l’Unesco ha eletto questo lembo di costa Patrimonio dell’Umanità. Da Riomaggiore inizia la famosa Via dell’Amore, un percorso scavato nella scogliera in panoramica posizione sul mare ed immerso nei profumi della macchia mediterranea, che conduce a Manarola. Dopo aver superato Corniglia, il borgo più piccolo e silenzioso, si arriva a Vernazza, famosa per l’ottimo vino che già in epoca romana veniva commercializzato grazie al suo porticciolo naturale. Ultima tappa sarà Monterosso al Mare, il borgo più famoso delle Cinque Terre. Sulla via del ritorno sosta a Portovenere. Il porticciolo è incorniciato da un susseguirsi di alte case colorate che nascondono all’interno una fitta rete di carrugi. Salendo una larga scalinata si raggiunge la chiesa gotica di San Pietro, che si erge solitaria sull’estremità del promontorio in un angolo mozzafiato a picco sul mare. Nel tardo pomeriggio partenza per il rientro in bus.

gulliverone-scarica-chiama

QUOTA

Quota di partecipazione € 295,00
Supplemento doppia uso singola € 45,00
La quota comprende: Viaggio in bus
• Trattamento di mezza pensione in hotel 4 stelle
• Battello per San Fruttuoso e Portofino • Battello e servizio guida per le Cinque Terre • Auricolari
• Assicurazione Medica • Accompagnatore
La quota non comprende: Eventuale tassa di soggiorno
• Quanto non citato nella voce “la quota comprende”